Cos’è la tecnologia GPON e a chi serve?

gpon-aikom_01

GPON è un acronimo che significa Gigabit-capable Passive Optical Network, si tratta di una tecnologia che rientra fra gli standard PON (Passive Optical Network) e rappresenta il prossimo futuro della connettività fiber to the home in Italia.

GPON è utile infatti a chi si occupa di portare connettività in fibra ottica a banda larga direttamente in casa dell’utente (FTTH) tagliando i costi di installazione e le spese di manutenzione, permettendo a ISP e WISP di proporre connettività in fibra ottica con costi contenuti. La massima velocità massima consentita da GPON è di circa 2,5 Gbps in download e 1,25 Gbps in upload, da condividere su un massimo di 128 utenze.

Si tratta dunque di una tecnologia che, seppure ancora poco nota e diffusa in Italia, è destinata ad acquisire sempre maggiore rilevanza per chi fa installazione o distribuzione di connettività su Fibra, anche in virtù degli obblighi di legge stabiliti con il Dlgs 164 del 2014, di cui parleremo fra poco.

Vantaggi GPON

Se la soluzione Fiber-To-Home FTTH è sicuramente la scelta migliore per soddisfare la crescente domanda di nuovi servizi digitali sia in ambiente domestico che aziendale, perché permette il dispiegamento della fibra ottica fino ai punti terminali di rete, il vantaggio riconosciuto della tecnologia GPON è il fatto che la rete ottica è passiva, e cioè che i collegamenti tra le parti estreme della rete (centrale e abitazioni) non necessitano di alimentazione elettrica, con conseguente diminuzione dei costi e guasti.

gpon-aikom_02

La soluzione, che si basa sostanzialmente quindi su collegamenti punto-multipunto in cui si utilizzano splitter ottici non alimentati per diffondere il segnale di una sola fibra a più utenze, supporta la copertura del servizio a lungo raggio (fino a 20 km) superando i limiti della tecnologia di accesso basata su doppini in rame e riducendo i nodi di rete. Al contempo, limita i costi infrastrutturali necessari alla stesura del cavo in fibra sull’ultimo miglio.

GPON: un opportunità in ambito WISP

Grazie alle dorsali fibra che collegano l’Italia, l’operatore WISP potrà dare connettività a quartieri o addirittura paesi senza dover creare ponti radio ma sfruttando l’infrastruttura già presente, semplicemente installando l’OLT. Ogni OLT può gestire fino a 64 ONT (cioè 64 possibili utenti ) su ogni porta: questo significa, quindi che utilizzando un solo ONT a 16 porte si potranno connettere fino a 1024 utenti. La fibra, dunque, diventa, anche per i WISP, una opportunità importante per integrare la propria offerta commerciale di connettività wireless con pacchetti di connettività FTTH.

GPON: un opportunità in ambito Hospitality

Questa tecnologia rappresenta una vera opportunità per i system integrator e i WISP che operano in ambito hospitality (Hotel, Residence, Camping & Resort, etc.) dove l’OLT viene installato direttamente nella struttura come pure tutta la distribuzione (ONT router), con notevole risparmio in termini di costi installativi.

Impianti in fibra ottica: la legge 164/2014

GPON è la soluzione per rispondere adeguatamente alle normative (legge 164/2014) per gli impianti in fibra ottica: a partire dal luglio 2015, tutte le nuove costruzioni devono essere dotate di un’infrastruttura fisica multi-servizio passiva interna all’edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete (posizionati all’interno dell’appartamento/stanza/ufficio).

La soluzione GPON prodotta dall’azienda spagnola EK e distribuita in Italia da Aikom Technology, è esattamente ciò che occorre ed è ideale per portare la fibra ottica in modalità FTTH in tutte le strutture hospitality, residenziali e aziendali.

Ad oggi la normativa, in Italia, è rimasta spesso inapplicata, a causa del ritardo strutturale del cablaggio in fibra sul territorio, ma con la copertura crescente della fibra ottica, che dovrebbe arrivare entro il 2021 a ben 9, 5 milioni di abitazioni (Decreto Fibra - Dlgs n. 259/2003 “Codice delle Comunicazioni Elettroniche”, art. 91; dl 25 giugno 2008, n. 112 conv. in l. n. 133/2008; dlgs n. 33/2016) si prevede nei prossimi mesi un’esplosione della richiesta da parte di WISP, installatori e system integrator, per la necessità di mettere a norma molti edifici ad oggi scoperti e portare il collegamento FTTH nelle nuove strutture.

Tecnologia GPON vs PON

  • La tecnologia GPON di EK si distingue per diverse caratteristiche:
  • Il software di gestione NMS (Network Management System), progettato appositamente per il mercato europeo, che permette una semplice configurazione e gestione dei moduli centrali, configurare le utenze e dividere la banda
  • I moduli OLT che gestiscono fino a 16 porte in upload
  • I moduli ONT disponibili in un’ampia scelta di dispositivi LAN e wireless per le diverse esigenze
  • Un ampio numero di accessori e moduli aggiuntivi
  • L’ottimo rapporto qualità prezzo sia per l’hardware che per il software
  • L’assistenza e il supporto in lingua italiana da parte di un distributore italiano ed altamente competente come Aikom Technology.

Scarica il catalogo GPON da Aikom Cube

PREV: È arrivato il Gateway WAVE per MOTOTRBO
NEXT: Avigilon ACC 7.4: ONVIF profilo G, web client e riconoscimento facciale
Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità di Aikom Technology? Iscriviti alla newsletter e riceverai tutte le nostre news e promozioni.

Iscriviti ora alla newsletter 
Tag: